UNDEAD ORCHESTRA
genere: avantgarde metal
AlexNespoli, domenica 26 maggio 2013 - 17:18:00

La band fu formata nell'ottobre del 1996 da Glàmr (vc), Musico Nocturno (key), Prince Angy (vc) e Baron Frankenheimer (bs). Nel novembre/dicembre del 1996 vengono composti alcuni brani e nel gennaio del 1997 la band iniziò a suonare con particolare costanza. Attorno a i membri fondatori si sono alternati un gran numero di musicisti.
Ad un anno esatto dalla formazione, la band registrò una demo tape con l'aiuto di qualche amico/sessioner e con una voce femminile sebbene molte parti di chitarra siano state eseguite di fatto dal bassista.
I testi, originariamente, dovevano ruotare su di un "concept" (eccetto "In a Winter Evening's Twilight ") ma per motivazioni di tempo, due brani che erano i capitoli fondamentali del concept, non furono registrati.
Tutte le strutture musicali furono composte da Musico Nocturno (che studiava ed amava la musica classica e dall'ascolto della demo ce se ne può rendere conto) mentre tutti i testi sono composti da Glàmr, denotano la comune passione per tutta la band per la letteratura horror/gotica, ma allo stesso tempo, implica metafore interiori ed esistenziali.
Un'analisi dell'oscura realtà dell'anima umana (morte, sofferenza, dolore, inquetudine, male di vivere, solitudine, ecc.)
Gli Undead Orchestra si nutrivano della musica più varia: heavy metal, black, gothic, dark, classical music
e probabilmente è questa la vera forza della band che riesce a rendere il proprio sound originale e giammai noioso
L'estate del 1998 segna un momento importante per l'attività della band.
In fatti gli Undead Orchestra trovano la definitva stabilità con la seguente formazione:
Prince Angy (vc), Glàmr (vc), Lilith (vc), Bloodsucker (ct), Baron Frankenheimer (bs), Musico Nocturno (key) e Bès (bt)
Il 4 settembre del 1998 gli Undead Orchestra dal vivo al festival di Torstok a Torremaggiore (agosto 1998) nella prima edizione di "Spazio Giovani" apparendo sul cd dell'omonima manifestazione (primavera '99).
Il 1999 si profila come l'hanno più saturo dal punto di vista -live-: infatti la band si esibisce per ben due volte al Pop Off di Pescara, a Roma al Moon Club e all'HM Rock Cafe e il "The Ultimate Christmans Party", a Giovinazzo (Bari)-STOP OVER, dove incrociano gli strumenti con altre importanti band come gli Undertakers, i Phobic e come headliners i capitolini Novembre. Nell'autunno del 1999 la band appare sullla compilation "Metal Horse sampler "Dawn of Gods vol.3", una delle più importanti della scena italiana dove il sestetto appare insieme a i Vlad, Tragodia e gli Hixi.
Finalmente il 15 gennaio 2000 il cd "Midnight Time in Eternal Solitude" esce per l'etichetta Sottosopra Prod e registra ottime recensioni su magazine del settore come Metal Shock, Grind Zone, Made in Italy 'zine, Domina, Pluviametalli, Light of Sadness, Wild.
Purtroppo a causa di litigi intestini la band comincia a distaccarsi dal progetto iniziale, fino ad arrivare allo sciogliete le righe di li a poco.
Il leader carismatico della band Glàmr non si è dato per vinto e, nonostante la morte degli Undead Orchestra ha continuato a bazzicare per gli ambienti musicali collaborando anche in contesti esterni al metal, come i parmigiani Thule Sensucht, gli Axis Mundi, i Count Zarloff insieme all'amico Gene Crazed. Pare che una nuova creatura stia prendendo piede. Un grande e gradito ritorno al black metal per l'amico Glàmr: gli Arja Ur-Heimat, insieme a Lemmy e a Gene Crazed.

DISCOGRAFIA

Midnight time in eternal solitude(demo - Sottosopra, 1999)

Condividi su Facebook





questo oggetto è tratto da Apulian Destruction
( http://www.apuliandestruction.com/e107_plugins/content/content.php?content.74 )