TASTE THE FLOOR
genere: hardcore
AlexNespoli, domenica 26 maggio 2013 - 17:00:00

(N.B la suddetta band è attiva in territorio capitolino, ma nasce dall'idea comune di tre foggiani espatriati-Pompeo, Marino-Nico, il primo proveniente dagli Undead Orchestra e gli altri e due dagli Effigy, quindi è a tutti gli effetti una band foggiana nda.)

I Taste The Floor nascono nel 2003 a Roma come un gruppo di amici riunito intorno alla passione per l'hardcore punk di Good Ridance, Rise Against, Kid Dynamite, Pennywise, e l'80s hardocre di Black Flag, Circle Jerks e Minor Threat. Inizialmente la band è riunita attorno al nucleo formato da Pompeo (chitarra), Nico (batteria) e Alfredo (basso), a cui si aggiunge poco dopo Marino (chitarra). Dopo qualche tentativo fallito arriva Emiliano alla voce ma subito dopo Alfredo e Nico lasciano il gruppo.
I membri superstiti, dopo molti tentativi, trovano un nuovo batterista, Riccardo, e Maurizio, che diventa in pianta stabile il bassista definitivo del gruppo. Con questa line up i Taste The Floor compongono i pezzi che finiscono nel loro primo demo di 7 tracce, "Red Room Days" . L'ep è registrato solo in parte al Thunder Road studio di Roma e riceve buoni responsi (circa 300 copie distribuite e recensioni che li paragonano a gruppi come Propagandhi e Negazione) che sono però condizionati dalla pecca dei suoni non certo ottimali.
Nel frattempo il gruppo inizia a suonare dal vivo, prevalentemente con gruppi dell'area romana (Fourth Sin, Plakkaggio HC, Jet Market, Think About, GTA, Ebola, Final Words) e altre band come Not Found, Solecismi Pedestri, Argetti, Stolen Bikes Ride Faster e Death is not glamorous.
La band nel frattempo inizia a trovare un'identità stilistica e ad introdurre cambiamenti nei suoni e nei testi. Emiliano inizia ad occuparsi delle lyrics, abbandonando i riferimenti diretti ai temi politico-sociali, che nelle nuove canzoni fanno da sfondo o sono lo spunto di riflessioni prevalentemente personali. Anche i suoni cambiano e nelle nuove canzoni c'è più spazio per l'hardcore e meno elementi punk.
A fine maggio 2006 i Taste The Floor entrano in studio per registrare il loro secondo ep, che viene intitolato "Rules/possibilities" . Rispetto a "Red Room Days" le canzoni sono frutto del lavoro di tutto il gruppo e non più spunti individuali. L'ep viene registrato al Temple of Noise studio di Roma da Mirko (chitarrista degli Strenght Approach) ed alterna velocità hardcore, sfuriate old school e spunti melodici nelle chitarre e nel cantato.
I progetti del gruppo nei prossimi mesi sono di presentare il nuovo ep suonando il più possibile dal vivo. Nel frattempo " Rules/possibilities" sarà distribuito da diverse realtà italiane forse anche in alcuni paesi esteri in vista di possibili concerti in Europa.
Oltre al fronte live i Taste The Floor sono già al lavoro su altre canzoni, due delle quali sono già state terminate e presentate dal vivo in attesa di essere registrate nei prossimi mesi.

DISCOGRAFIA

Red Room days (demo - autoprod.,2005)
Rules/Possibilities - autoprod.,2006)

Condividi su Facebook





questo oggetto è tratto da Apulian Destruction
( http://www.apuliandestruction.com/e107_plugins/content/content.php?content.71 )