THE BIG SNAILS CRUNCH - SNAILS EP (2012)
genere: seattle sound/grunge
AlexNespoli, mercoledì 05 giugno 2013 - 08:08:00


Attivi sin dal 2007 i foggiani The Big Snails Crunch propongono un revival molto crudo e acido delle sonorità novantiane, declinate secondo una visione più odierna. Ora, giusto per sgombrare il campo da dubbi, nel corso degli anni il termine "grunge" è diventato sinonimo di un sound rozzo e trasandato tanto quanto gli abiti indossati dai suoi alfieri. Certamente si tratta di una realtà (o di uno dei tanti modi di interpretarla) ma solo in parte. Grattando sotto la patina dura e rozza pulsa un sound ricco di sfumature ed intrganti colori. Fatta questa doverosa premessa di carattere generale, possiamo meglio addentrarci a parlare di questo nuovo lavoro.
Il sound dei T.B.S.C è una miscela molto rude di sonorità e contaminazioni, che vanno da un certo tipo di grunge di qualità (Alice in Chains), condito con una sfrontatezza sonora più affine al punk fino a certo rock italiano impegnato (Afterhours in primis).
I cinque brani che costituiscono Snails'ep, sono certamente degni di interesse ma necessitano di un'ulteriore levigatura stilistica, ferma restando la buona gestione delle voci e della sezione ritmica, quest'ultima davvero molto colorita (ciò appare più evidente nei brani Dying on yourself e nella closer Appassire andando contro). Più in generale questo lavoro mi ha suggerito l'idea che i T.B.S.C sono una band ancora alla ricerca di una precisa identità sonora e questo ep non è altro che la prima tappa di work in progress che potrebbe avere dei risultati molto originali. Staremo a vedere.





questo oggetto è tratto da Apulian Destruction
( http://www.apuliandestruction.com/e107_plugins/content/content.php?content.350 )