THRASHING RAGE
genere: thrash metal
AlexNespoli, domenica 19 maggio 2013 - 17:40:00

La band nasce nel 1987, iniziando la carriera suonando covers dei Venom ("Countess Bathory"), Motorhead ("Iron Horse", "Motorhead"), Death ("Evil Dead"), Dark Angel ("Merciless Death") e Kreator ("Flag of Hate", "Cry War"), cui talvolta si affiancavano cover improvvisate, come ad esempio in un paio di concerti "Anarchy in UK" in versione thrash, per far piacere al bassista Xavier (Saverio Colecchia, mio cugino), amante all'epoca del punk. Tra i gruppi da noi preferiti, oltre a quelli di cui proponevamo le cover, c'erano ovviamente gli Slayer (che non osavamo suonare per reverenziale rispetto ..), i primi Metallica, e soprattutto i grandissimi Voivod (a proposito, hai saputo che qualche mese fa è morto il chitarrista -Piggy nda.-?...R. I. P.), il cui influsso in pezzi come "Trauma" è piuttosto evidente (uso degli accordi in diminuita, numerosi cambi di tempo etc..). Ai tempi d'oro la nostra sala prove era nient'altro che il magazzino di ferramenta (davvero "heavy metal"!!) del padre di Marcello, dove ci recavamo il fine settimana e dove spesso ospitavamo amici e altri gruppi foggiani (e non) per sessions improvvisate, cui spesso ha partecipato il grande Maurizio (can you give me some money nda).Tempi davvero belli, di amore sincero per la musica e di vero spirito di collaborazione. Parallelamente all'attività con i Thrashing Rage io e Saverio Colecchia ci occupavamo inoltre di "Black Flag", una fanzine il cui primo numero ha avuto un notevole successo, ma che purtroppo si è affossata sulla seconda uscita per l'impossibilità di conciliare la fanzine e le esigenze del gruppo.Penso che da qualche parte dovrebbe esserci una videocassetta di un video girato al liceo "Volta" durante un concerto in aula magna (io ero studente del Volta..) in cui affianchiamo ai nostri pezzi anche queste nuove cover. La demo "The Age of the Rage" fu registrata con un quattro piste fornito da Gianni Colonna a casa di Marcello Aprile (letteralmente io ero con la batteria nella sua cameretta mentre gli altri erano nel corridoio), con la sola sovrapposizione in un secondo momento della voce e degli assoli...insomma, una produzione "fatta in casa"...simpatico, no?? Ci siamo sciolti per varie ragioni, soprattutto per divergenze musicali e per diversi interessi intrapresi dalla band (in tutto questo c'entrano anche le ragazze....) anche se siamo sempre rimasti in buoni rapporti. Pensa che Marcello Aprile è venuto al mio matrimonio insieme, ovviamente, a mio cugino...una line up quasi al completo!!! Con Luigi non mi vedo da molto tempo, ma credo che abbia intrapreso la carriera di session man e chitarrista saltuario con vari gruppi italiani ma per lo meno fa il musicista di mestiere. Personalmente, posso dirti che io e mio cugino abbiamo in seguito lavorato nei primi anni '90 ad un altro progetto musicale assieme al cantante-chitarrista Massimo Federici, fondando il gruppo dei Fire Legend, che proponeva un rock epico che mi pare di tutto rispetto (influenze dai Virgin Steel ai Maiden, passando per gli Helloween). Abbiamo realizzato un concept-demo che parla della lotta tra il bene e il male nel 1990 (registrato, questa volta, in un vero e proprio studio). Il gruppo però ha avuto vita breve per gli impegni di studio e lavoro che si sono accavallati (io mi sono trasferito a Pescara dove ho studiato e mi sono laureato in Lingue...adesso, come saprai, sono ricercatore d'inglese a Cassino e vivo a Pescara). Per quel che riguarda la videocassetta del gruppo ("Whole Lotta Ragin' Going On", un tributo ironico alla canzone dei pioniere rock Jerry Lee Lewis "Whole Lotta Shakin' Going On"), sulla videocassetta troverai anche una "nuova" canzone dei Thrashing Rage intitolata "Avoiding the Vision", che fa capire la direzione musicale che avrebbe intrapreso il gruppo se avesse proseguito.Riguardo alle altre band del panorama metal foggiano, come gli Insane non so che dirti, perché io stesso non possedevo la demo. Bel gruppo (ci abbiamo fatto un paio di concerti assieme) con una buona tecnica, soprattutto il chitarrista Nicola (che aveva suonato con Gianni Colonna agli inizi della sua carriera). La demo credo che sia introvabile.Comunque, mi informerò. Erano bei tempi,...ci si incontrava al "palo" con gli altri e si parlava e discuteva molto di musica con i vari punk e metallari. Era tutto molto distante dalla mercificazione musicale dei nostri giorni (o forse è solo una questione di nostalgia...). Io adesso continuo a seguire la scena metal "classica" (Maiden, Slayer, Voidov, Kreator, Judas Priest..l'ultimo è fenomenale!!!) anche perché non mi pare che il mercato offra molto al momento. Ovviamente i miei gusti musicali si sono allargati ma non disdegno una bella rinfrescata di buon metal!

DISCOGRAFIA

The Age of rage (demo - autoprod.,1989)


Condividi su Facebook



questo oggetto è tratto da Apulian Destruction
( http://www.apuliandestruction.com/e107_plugins/content/content.php?content.19 )